GRUPPI DI LAVORO E PROGETTI

SPAZIOCOUNSELINGPERTE

In partenza la seconda edizione #spaziocounselingperte dedicata ai soci AIDP Lombardia. Uno spazio individuale di accoglienza, ascolto e cura per attraversare disorientamento e difficoltà, per rigenerare benessere, autodeterminazione e capacità di scelta, per esplorare nuove opportunità positive, evolutive e trasformative.
Un servizio di Counseling professionale, aperto a tutti i soci di AIDP Lombardia, progettato all’interno dell’iniziativa "Counseling Organizzativo", per il sostegno dei professionisti HR in prima linea in questi due anni di pandemia che hanno travolto ogni certezza e fatto emergere nuovi bisogni personali, professionali, organizzativi, sociali. Ringraziamo per la collaborazione le tre scuole di counseling: Ariele, Centro Berne e Pratiche Sistemiche, aderenti ad AssoCounseling (Associazione professionale ai sensi della Legge 14 gennaio 2013, n. 4 https://www.assocounseling.it/), per la disponibilità e supervisione dei counselor in formazione.
Il percorso prevede 5 incontri in remoto di un’ora ciascuno su base quindicinale da completare entro 3 mesi dall’attivazione e con termine giugno 2022.
Il processo avverrà naturalmente nel rispetto del codice etico e deontologico di AssoCounseling e delle normative attinenti al GDPR.
Per chi desidera iscriversi è necessario compilare il format di adesione fornendo l’autorizzazione a comunicare i dati personali alle scuole di counseling e ai counselor per poter prendere contatto diretto.  
Non ci resta che augurarvi buon viaggio… verso un miglioramento della qualità di vita!

AIDP Gruppo Regionale Lombardia
Tel. 02.67178384 - Cell. 339.8280208
email: aidplombardia@aidp.it

LABORATORIO SUL FUTURO DEL LAVORO

Stiamo assistendo ad una mutazione del concetto di luogo di lavoro. Dalla sede centrale si è dovuti forzatamente passare al lavoro da casa.

Questo nuovo modello rigido ha mostrato però oltre ai molti pregi anche tutti i suoi difetti ed ha portato molti a pensare di tornare indietro al vecchio modello. Ma indietro non si tornerà. Dati Gartner hanno evidenziato che il 39% delle persone sarebbe disposto a cambiare azienda qualora  si tornasse ad un modello in “full presence”.

Alla luce di questa esperienza in futuro il lavoro troverà una terza dimensione e sarà localizzato in funzione del task da svolgere: casa, sede centrale o “altrove”.

Nell’immediato le aziende si trovano a rivedere le proprie decisioni di investimento immobiliare (è prevista una riduzione del 30% degli spazi locati direttamente) decentralizzandosi ma cercando di mantenere intatti il senso di appartenenza, la capacità di collaborare, la dimensione sociale e relazionale.

Per questa ragione, si affacciano sul mercato immobiliare tutti coloro che hanno spazi funzionali e fruibili di prossimità secondo una logica di “pay per use”: co-working, catene alberghiere e non solo.

Questo grande cambiamento comporta profondi mutamenti su più piani che vanno gestiti con approccio olistico.

Organizzazione, cultura, stile manageriale, tecnologia, sicurezza, spazi fisici non sono più fini a se stessi ma fanno parte di ecosistemi complessi da riprogettare, a volte anche in mancanza di interventi pubblici a supporto (si pensi all’ancora irrisolto problema del trasporto).

Lo spazio fisico, la tecnologia e la cultura aziendale diventano fattori abilitanti per la creazione di questi ecosistemi più sostenibili secondo il concetto della città del quarto d’ora o del nuovo “Borgo”.

Questo richiede competenze estese e trasversali che i dipartimenti delle risorse umane ed i nuovi player del real estate si trovano a dover aggregare e gestire interloquendo tra di loro e con le pubbliche amministrazioni per una corretta pianificazione urbanistica.

Il laboratorio vuole diventare luogo di confronto, di ideazione e progettazione di questo nuovo modello articolandosi su 3 flussi principali e convergenti che si incroceranno spesso.

1)    Giuslavoristico: contesto normativo da ridefinire per un modello win-wiN

2)    Spazi fisici, tecnologia ed ecosistemi urbani da riprogettare

3)    Nuovi modelli organizzativi, stili di leadership e wellbeing

Abbiamo coinvolto anche PA, Università, Mondo Legal ed Associazioni di categoria per farci parte attiva nella ideazione e nella proposizione di un nuovo modello di lavoro che contemperi benessere delle persone, sostenibilità e produttività

Vi terremo aggiornati sugli sviluppi di tale iniziativa.

PROSSIMO EVENTO > 27 APRILE "LAVORO + FUTURO"

ELENCO PARTECIPANTI AL LABORATORIO

 

PROGETTO MENTORING 2021-2022

Anche quest'anno siamo lieti di presentarvi il Mentoring Program promosso dal Gruppo Giovani Lombardia. Per candidarvi come MENTOR* o MENTEE  

* Identikit del Mentor: un professionista in ambito HR, con più di 6 anni di esperienza, che ama orientare e condividere le sue esperienze per indirizzare i giovani in questo ambito. 

Il programma si svilupperà in un arco temporale di sei mesi circa (indicativamente da metà Novembre ‘21 a fine Maggio ‘22), con sei momenti di confronto: 

1. Aperitivo di apertura con partecipazione di tutti i Mentor e Mentee. 
2. Primo one-to-one tra Mentor e Mentee (di persona o in modalità remota). 
3. (Periodo Gennaio/Febbraio): Affiancamento del Mentee al proprio Mentor, per condividere una mezza giornata/giornata intera di lavoro. 
4. Secondo one-to-one tra Mentor e Mentee (di persona o in modalità remota). 
5. (Periodo Aprile/Maggio): Scambio Mentee: affiancamento di un Mentee ad un altro Mentor, per condividere una mezza giornata/giornata intera di lavoro. 
6. Ultimo one-to-one tra Mentor e Mentee (di persona o in modalità remota) per conclusione progetto. 
Organizzeremo infine un aperitivo per chiudere al meglio insieme questo progetto. 

PER INFO aidplombardia@aidp.it

 

PROGETTO eLene4life

eLene4Life - Learning and Interacting to Foster Employability è un progetto internazionale Erasmus+ che ha prodotto la "Transnational Analysis of the Transferability to Higher Education of Corporate Active Learning on Soft Skills", con l’obiettivo di approfondire i processi di Active Learning per l’apprendimento delle Soft Skills, e individuare le best practice che possano essere mutuate dalla realtà aziendale e traslate nei contesti universitari.
http://elene4life.eu/

 

PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO

AIDP Lombardia ha elaborato le prime linee guida sul tema Alternanza Scuola Lavoro. Consapevoli dell’importanza di portare un contributo su un tema strategico per il futuro professionale dei nostri figli e di sensibilizzare i ragazzi sull’importanza di presentarsi sul mercato del lavoro con tutte “le carte in regola”, AIDP Lombardia con questo intervento si prefigge di:

  • Definire standard qualitativi e metodologici per il successo di questo nuovo Istituto
  • Garantire l’efficacia dei periodi di esperienza presso le aziende nell’interesse degli studenti, delle scuole e delle aziende stesse
  • Creare una partnership tra scuole e aziende per rendere gli studi e le scelte dei giovani più consapevoli della realtà lavorativa
  • Promuovere le aziende presso le giovani generazioni
  • Trasferire agli studenti le skills richieste dal mondo del lavoro anche attraverso una formazione diretta
  • Stimolare esternamente, attraverso la rete di aziende associate, e internamente, attraverso il coinvolgimento dei colleghi, una cultura di responsabilità sociale di impresa nell’ambito della comunità in cui operiamo

In allegato il Documento che contiene le linee guida di questo Istituto rivolte sia alle aziende che agli istituti scolastici e che è stato elaborato da un gruppo di colleghi di AIDP che ringraziamo per il loro contributo e per la passione messa nel progetto.  Ogni azienda, tramite AIDP, potrà aderire alle linee guida del Documento impegnandosi a sviluppare percorsi di ASL in linea con le indicazioni in esso contenute e  ottimizzando in questo modo le tempistiche sia per l’azienda ospitante che per gli insegnanti della scuola. Il progetto formativo dovrà comprendere alcune fasi e prevedere la presenza di un tutor degli studenti, che verranno valutati in gruppo per l’esperienza e a cui verrà chiesto un feed back strutturato sull’esperienza vissuta. L’azienda rilascerà un certificato/Diploma dell’esperienza dell’Alternanza Scuola-Lavoro in convenzione con Aidp Lombardia come certificazione di qualità e serietà dell’esperienza. Qualora di interesse si richiede all’azienda e all’Istituto di aderire al progetto attraverso una specifica adesione scritta inviata entro maggio alla segreteria e pubblicando sul proprio sito aziendale l’adesione al progetto secondo le linee guida allegate di Aidp Lombardia.

SCARICA IL DOCUMENTO SULLE LINEE GUIDA ALTERNANZA SCUOLA LAVORO